Archivio Tag: post rock

Zu – Jhator (House of Mythology, 2017)

C’è di buono che gli Zu hanno cambiato minimamente forma. E la cosa, su disco, è un sollievo. C’è di male che la gente è sempre andata ai concerti degli Zu per ascoltare roba alla Zu: jazzcore furioso, inceppato e spernacchiante a tutto gas… quindi bisognerà già mettere in conto una certa dose di comune …

Continua a leggere »

Teho Teardo & Blixa Bargeld rifanno “Hey Hey My My” di Neil Young

Teho Teardo e Blixa Bargeld sono usciti con un nuovo ep, intitolato “Fall“, via Specula Records, che si apre con una cover storica di Neil Young: “Hey Hey My My“. E, diciamolo, non è così malvagia quanto sulla carta uno potrebbe immaginarsi, con il riff su violoncello distorto e la voce di Blixa che guizza …

Continua a leggere »

Valerian Swing, “Four Horses”

Gli emiliani Valerian Swing usciranno a metà maggio via To Lose La Track con un nuovo album intitolato “Nights”, da cui vi facciamo ascoltare l’anticipazione “Four Horses“. Una affascinante cavalcata psych-math-rock dal cuore sperimentale e festaiolo. Buon ascolto.

Le Luci della Centrale Elettrica, “Stelle Marine”

Vasco Brondi uscirà a inizio marzo con un nuovo disco de Le Luci della Centrale Elettrica intitolato “Terra”. Pur non essendo mai stati troppo inclini alle sue proposte estetiche riconosciamo nel nuovo singolo “Stelle Marine” la qualità e l’intensità necessaria per spingerci a segnalarvelo come una cosa bella, preziosa. Brondi sarà il sedici marzo live …

Continua a leggere »

Di nuovo post-rock con i The New Year

Erano fermi dal 2008, ma sono tornati attivi anche i The New Year, band della generazione post-rock e incline alla faccenda slowcore, ma con qualità e ritegno. C’è un nuovo singolo, intitolato “Recent History“, poi arriverà anche l’album: “Snow”, registrato in Texas e negli studi di Albini e atteso per fine aprile. Ecco il pezzo, …

Continua a leggere »

The El Mansouris, armonie indie e post-poliritmie

I The El Mansouris sono una band di Washington DC formata da Alex Braden (Young Rapids, Bella Russia), Drew Hagelin (Cigarette), Margot MacDonald, Sam Raymond (Rival Skies), Sarah Schaffer (Lies About) e Fiona Kohrman. Suonano indie-pop sofisticato, aperto a suggestivi paesaggi post-rock, complicazioni prog e noise, ritmi semi-elettronici e sperimentazioni di poliritmia. Gli elementi più …

Continua a leggere »

40 anni di “Low” di David Bowie

“Low“, l’undicesimo album di studio di David Bowie, fu pubblicato per la prima volta il 14 gennaio 1977 dalla RCA. Quarant’anni fa… Concepito e registrato tra Francia (Château d’Hérouville), Svizzera e Berlino Ovest, il lavoro è universamente considerato come uno dei dischi più rivelanti e ispirati del “nuovo rock” e storicizzato come l’album della “svolta” …

Continua a leggere »

Sigur Rós, la nuova versione di “Hoppípolla” per Planet Earth II

I Sigur Rós hanno condiviso una nuova versione di “Hoppípolla” per la colonna sonora di Planet Earth II, serie della BBC presentata da David Attenborough. Questioni di affinità ideologiche ed ecologiche… Il brano, originariamente pubblicato sul disco del 2005 “Takk”, suona oggi arricchito e più denso attraverso il mix aggiornato. Eccovelo qua:  

Emma Ruth Rundle, lo streaming di “Marked for Death”

“Marked for Death” è il nuovo album di Emma Ruth Rundle, chitarrista e cantante californiana di post-folk-rock ambientale e sentimentale. Atmosfere gotiche, racconti intimi e suggestioni sospese riempiono le otto nuove tracce scritte e prodotte dalla Rundle. Voi potete ascoltarle qui sotto… Marked For Death by Emma Ruth Rundle

Post precedenti «

Continuando la navigazione su questo sito web acconsenti all'utilizzo di cookies. Per maggiori informazioni consulta la Cookie Policy

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

___◄ R___