Oneohtrix Point Never – Age of (Warp, 2018)

L’estate del 2018 si preannuncia fin dagli esordi stagione scialba, tristissima, confusa. E non c’entrano Salvini, Trump, il caldo, la pubblicità del cornetto algida e i mondiali in Russia senza l’Italia… Affacciandoci al depresso orizzonte di novità, percorso da venti di passioni stupidine e mode inoffensive, sale immediatamente un po’ d’angoscia. Musicalmente, il meglio dovrebbe […]

Pendant – Make Me Know You Sweet (West Mineral, 2018)

L’elettronica si trasforma sempre più spesso in ambient. Ed è facile pensare che ciò derivi dal primato della volontà di astrazione e dalla moda. O da un senso diffuso di arrendevolezza che riguarda inconsciamente l’umanità. Ma, nonostante l’inflazione poetica di modi ed effetti di produzione, la liturgia contemplativa della musica ambientale può avere ancora un […]

Lee Gamble – Mnestic Pressure (Hyperdub, 2017)

Potremmo farne a meno, ma ci viene lo stesso, accostandosi al lavoro di Lee Gamble, di ragionare sul paradossale gusto archeologico con cui il presente tratta anche il passato più prossimo. Gli anni ’90, per esempio. La rave music, il dub, il 2 step, la techno minimale. Generi e ritmi non del tutto ancora storicizzati, […]

M.E.S.H., “Hesaitix”

Il producer berlinese M.E.S.H si getta nella ricerca radicale di atmosfere di decostruzione e distorsione, inventando nuove leggi fisiche, nuove dimensioni, scollegate dalla gravità terrestre e delle regole euclidee. Si aprono spazi che assomigliano a prospettive universali, il ritmo diventa ornamento e appiglio nel vortice di suoni sospesi e transitori. Le tracce sono come angoli […]

rRoxymore riconcilia l’electro con la dance in “Thoughts of an Introvert Part 1”

Tra le cose dance-elettroniche più interessanti ascoltate negli ultimi tempi c’è questo ep della producer francese (adottata da Berlino) rRoxymore: “Thoughts of an Introvert Part 1“. Tre tracce di electro minimale con ombre dark, ingranaggi funk, soluzioni techno-afro ed evoluzioni astratte che si fanno ascoltare e si fanno ballare. Roba semplice, incisiva, eppure ricca di […]

L’elettronica colta e para-classica di Colleen

Colleen è il nome d’arte della cantante e multistrumentista Cécile Schott, collegata al giro Thrill Jockey almeno dal 2003. Nel suo ultimo album, intitolato “A Flame My Love, A Frequency”, l’artista lavora con un Guitari Pocket Piano e un synth Septavox, ricavando suoni eterei, percussivi e sottili, poi processati attraverso il pedale delay del Moog. […]

Intervista ad Antonio Mastrogiacomo: per chi suona “Suonerie”

Antonio Mastrogiacomo è un nostro collaboratore, diplomato in sassofono presso il Conservatorio Nicola Sala di Benevento. Ha fatto un disco intelligente, bello e innovativo. Dovremmo far finta di nulla, per salvaguardare il piano deontologico del nostro lavoro? Allontanarcene per allontanare il conflitto d’interesse? Ma quando mai! Ve ne parliamo e vi chiediamo di ascoltarlo, a cuor […]

M.E.S.H., “Search. Reveal.”

James Whipple sta per pubblicare un secondo album a nome M.E.S.H., il secondo capitolo lungo dopo quel discone che fu “Piteous Gate”, pubblicato nel 2015, con il quale il producer di stanza a Berlino mise a ferro e fuoco la scena hi-tech e avant-electro europea. Questa nuova prova, intitolata “Hesaitix” è attesa su PAN il […]

EmoSuoni: a Salerno, torna l’elettronica

A Salerno la scena alternativa torna a dare segni di vita con una piccola e nuovissima rassegna di musica elettronica, Emosuoni. A partire da domani, sette settembre, il Bar Galiziano in via Sabato De Vita ospiterà ogni giovedì diversi artisti della scena underground cittadina, ognuno con una propria visione dell’elettronica, ognuno esponente di una prospettiva […]

Paco Sala – The Silent Season (Denovali, 2017)

I Paco Sala sono un duo britannico giunto al quinto disco nel corso del mese di marzo del 2017. La copertina di “The Silent Season” è lo stralcio della prospettiva di un’architettura razionale, un genere di immagini affiancato sempre più spesso alla musica cosiddetta sperimentale. Certo, non vogliamo fermarci a criticare la poetica delle apparenze […]

Continuando la navigazione su questo sito web acconsenti all'utilizzo di cookies. Per maggiori informazioni consulta la Cookie Policy

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close