DigiTech EX-7 Expression Factory

C’era un tempo in cui dentro un pedalozzo tozzo e plasticoso venivano pressati decine e decine di effetti. Con risultati orripilanti dal punto di vista del suono, freddo e distaccato, ma sollevanti per i costi (Zoom 505?). Oggi quei tempi non ci sono più, ahimè. Oggi io, amante del potenziometro, mi devo inginocchiare davanti ai suoni tecnologicamente processati dalla Digitech.

L’Expression Factory (da qui Ex 7) è un robusto pedale di espressione multi funzione, con varie simulazioni di diversi effetti, dal wah al flange passando per i distorsori. Queste simulazioni non sono proprio precise, ma i suoni sono estremamente soddisfacenti!

Anzi, se utilizzati con tastiere, i distorsori “suonano” addirittura meglio degli originali, facendo poco rumore di fondo e impastandosi molto bene. L’Ex 7 supporta una manopola di selezione effetti, 3 controlli (che cambiano a seconda degli effetti) e 3 controlli per le distorsioni: volume, tone e gain. Non è affatto facile da usare, ma col libretto delle istruzioni si può tutto.

Nello specifico, schiacciando in avanti il pedale avremmo accesso agli effetti:
1- Dunlop Crybaby (buono)
2- Vox Clyde McCoy Wah (buono)
3- Digitech Space Station Synth Swell (una sorta di ebow con delay e chorus, bello)
4- Pitch shifter (ottimo)
5- Unicord Univibe (buono)
6- Leslie 147 Rotary (buono)
7- A/Da flanger (insoddisfacente)

Schiacciando all’indietro, si accenderanno i distorsori Ibanez Ts9, Dod 250, Boss Ds-I, ProCo Rat, Boss Metalzone (secondo me il migliore della lista, veramente valido), Digitech Metalmaster, Eh Bigg Muff.

La scomodità è che per passare da un effetto all’altro, è necessario chinarsi e girare la manopola… a meno che non si acquisti uno speciale switch – Digitech Fs3x – venduto separatamente (per circa 30 euro), dotato di selezionatore d’effetti. Effettivamente, è necessario se si vuole sfruttare appieno il pedale.

L’Ex 7 è dotato di due uscite, amp e mixer, che possono funzionare anche come uscita stereo per il rotary e il Synth Swell. E’ un bel giocattolo di metallo, non c’è che dire.

Il prezzo è un’incognita. Io l’ho pagato 90 euro usato, poi l’ho trovato (diverse volte) a circa 100 euro nuovo, mangiandomi le mani, poi ho sentito di persone che, nuovo, lo hanno pagato anche 230. Occhio.

VOTO: 8

Pro: multieffetto, bei suoni, rapporto qualità/prezzo (almeno per me).

Contro: multieffetto, peso (notevole), alimentazione (ha il suo alimentatore, scomodo per le pedaliere).

Autore: “Garo”

Autore dell'articolo: Music Addiction

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Completa la seguente equazione (anti-spam) * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.