Virtuosi del piano ancora in azione: Lubomyr Melnyk in “Evertina”

Schermata 09-2457296 alle 17.36.56Lubomyr Melnyk è un compositore strumentista di origine ucraina che da quasi quarant’anni domina nel sottobosco del minimalismo con la sua invidiabile e raffinata tecnica pianistica. I più lo conoscono come virutoso. Melnyck: uno che ti suona venti note al secondo senza sbagliarne una, senza dimenticare accenti, sfumature tonali e intensità, e articolando una trama unica di complicate risonanze che traghetta il minimalismo nello spettralismo e nella drone music.

Già, lo si conosce soprattutto come virtuoso, ma Melnyk è innanzitutto un ottimo compositore, sempre alla ricerca di nuove sfide. Come per esempio registrare per una etichetta di avant music come la Erase Tapes. La sua ultima opera, un mini-album per piano solista intitolato “Evertina” è un toccante esempio di simbiosi tra grazia compositiva e lucidissima tecnica esecutiva.

Autore dell'articolo: Giuseppe Franza

cose che mi piacciono: cocacola, nietzsche pre-crepuscolo degli idoli, sonic youth, goleador (alla cocacola), céline, mario bava, controriforma, hegel, le anime morte, penne staedtler permanent, giambattista basile, segnalazioni cinematografiche del centro cattolico, the stooges...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Completa la seguente equazione (anti-spam) * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.