Silver Apples – Contact (1969)

Silver Apples - ContactCi sono dischi che non cessano di stupire. Musiche che anche a distanza di anni, con tutte le mutazioni estetiche, le evoluzioni tecniche e di gusto possibili, continuano ad affascinare per la loro originalità. “Contact” del 1969, il secondo album da studio dei newyorkesi Silver Apples, ne è una prova lampante. Un lavoro di psichedelia avanguardistica e anomala, imbrattatata di miele pop surreale ed elettronica primitiva, prodotta con una strumentazione atipica per ogni tipo di band dell’epoca. Si pensi ad esempio al Simeon, un dispositivo elettronico composto da nove oscillatori e ottantasei controlli manovrabili attraverso mani, gomiti, ginocchia e piedi, che prende il nome proprio dall’inventore Simeon Coxe III, leader del gruppo, suonatore di banjo, sintetizzatori (l’oscillatore in primis e altre vecchie macchine rumoristiche degli anni ’40 e ’50) e percussioni. Con lui c’era Danny Taylor (voce, batteria ampliata, synth e percussioni), giovane newyorkese, cresciuto a musica jazz e rock, appassionato d’arte sperimentale e dadaismo… Insieme formarono uno dei gruppi più rivoluzionari degli anni ’60. Roba sci-fi, pionieristica, imprevedibile.

Il loro nome venne preso in prestito da una lirica di William Butler Yeats dal titolo The Song of Wandering Aengus, tutto il resto suonava invece genuino e inedito, già proteso verso le ricerche cosmiche dei tedeschi degli anni ’70, il proto-punk dei Suicide (probabilmente la band più collegabile alla storia e all’estetica dei Silver Apples), la paranoia berlinese di Bowie e degli altri concittadini no-new-wavers all’inizio degli ’80…

Musica cosmica, ammalata e allucinata. Sperimentale, nel senso meno imbarazzante e triste del termine. Piena di prospettive ma senza futuro (il duo registrerà un terzo album mai pubblicato nel 1970, poi si scioglierà per riformarsi solo alla fine degli anni ’90, dopo la tardiva riscoperta critica).

Autore dell'articolo: The Musical Box

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Completa la seguente equazione (anti-spam) * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.