«

»

Jacula – Tardo Pede In Magiam Versus (1972)

jacula discoNon è ancora chiaro se “Tardo Pede In Magiam Versus” del 1972 sia il primo o il secondo disco dell’oscura psych-band milanese di Antonio Bartoccetti conosciuta come Jacula. Dal 2001 circola infatti una ristampa (pubblicata dalla Black Widow) di un altro album, “In Cauda Semper Stat Venenum”, che il mito vuole fissare come documento ultra-underground (introvabile) stampato in pochissime copie nel 1969. Pur accostandosi superficialmente a questo famigerato e misterioso primo disco, però, nascono molti dubbi sulla datazione e l’originalità del prodotto: l’iperdistorsione di certi suoni congiuntamente all’atmosfera troppo cupa e concettuale fanno pensare a un lavoro postumo (nel 1969 neanche i Black Sabbath suonavano così disperati e misteriosofici) spacciato per opera pionieristica, al fine di soddisfare la morbosità di collezionisti attratti dai grotteschi casi limite della storia del rock, magari solo per gioco o per cinico interesse manageriale (tipo poter piazzare ristampe in vinile a prezzi parecchio alti). Lo stesso Antonio Bartoccetti (oggi conosciuto come Antonius Rex), chitarrista e autore principale della band, ha dichiarato che la ristampa del 2001 è il risultato di una lunga rivisitazione, con aggiunte, rimissaggio e modifiche ad hoc agite attraverso software digitali, quasi a confermare la tesi di un lavoro non ufficiale o comunque mai pubblicato ufficialmente.

jacula fumettoRiguardo a “Tardo Pede In Magiam Versus” ci sono meno dubbi filologici. Il disco fu pubblicato in poche centinaia di copie e sponsorizzato attraverso manifesti che richiamavano il fumetto erotico horror italiano disegnato da Giorgio Cambiotti da cui la band mutuò il proprio nome. Il gruppo, formato da Bartoccetti, dalla tastierista e batterista Doris Norton (aka Fiamma dello Spirito, moglie di Bartoccetti, polistrumentista, pioniera del synth e, anni più tardi, della computer music) e dall’organista inglese Charles Tiring, incise l’album con Guatiero Guerrini e un misterioso medium (accreditato come Franz Parthenz) negli Studio Angelicum di Milano, spesso utilizzati per registrare musica sacra con orchestre o library per colonne sonore. Da qui infatti parte la proposta musicale degli Jacula: lunghe progressioni e fughe d’organo, dal sapore gotico (“In Old Castle”) o manieristico (“Praesentia Domini”), su cui Fiamma dello Spirito recita liriche più o meno esoteriche in latino (abbastanza schematico e tonicamente sciatto) e inglese (“Long Black Magic Night”) o canta melodie psych-beat in italiano dedicate a falliti, politici corrotti che inquinano l’ambiente (“U.F.D.E.M.”). Effetti di vento, percussioni sparse, colpi di cassa, qualche arpeggio di chitarra, note sparute di flauto, droni bassi, riff sabbathiani e incastri di synth, moog e violino appaiono accidentalmente a incupire e personalizzare il dominante suono organistico.

La traccia migliore dell’album è il lounge-jazz “Jacula Valzer”, un patetico ed esotico numero di atmosfera horror che ricorda il mondo estetico di Bacalov e Umiliani, con un bellissimo motivo melodico dominante intonato dalla voce favolistica della Norton. Paradossalmente è proprio in questo punto di apparente distensione che la musica degli Jacula si fa veramente inquietante, mischiando languore e terrore, seduzione e panico, erotismo e morte. E solo per la potenza evocativa di suggestioni del genere meriterebbero una grossa e polverosa lapide nel cimitero del rock occulto internazionale.

Il disco è stato ristampato dalla solita Black Widow nel 2008. Non sarà difficile recuperarlo sia in supporto fisico che digitale. E se la cosa vi stimola, andate a ascoltare anche le produzioni in solo di Doris Norton come manipolatrice di synth e produttrice techno…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Completa la seguente equazione (anti-spam) * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Continuando la navigazione su questo sito web acconsenti all'utilizzo di cookies. Per maggiori informazioni consulta la Cookie Policy

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

___◄ R___