Archivio Categoria: Demo, Ep, Artisti Emergenti…

Recensioni di artisti emergenti, demo, autoproduzioni ed esordi discografici. Music Addiction accoglie tutti e qualche volta bacchetta... Ma non vi pigliate collera.

Usual – Just Feel Alright

Il brit-rock esiste, abita ad Arco, in provincia di Trento, e si fa chiamare Usual. Conta il fatto che dopo vent’anni il genere madre (il britpop) sia stato finalmente giudicato per quello che era, senza entusiasmi e senza pregiudizi. Conta la distanza geografica, storica ed esistenziale. E conta il fatto che Mathias “Thias” Descig (chitarra …

Continua a leggere »

Il Giunto di Cardàno – KADÌMA

A Il Giunto di Cardàno, trio foggiano al primo disco lungo, piacciono i Verdena. E forse piacciono anche un po’ i Kyuss, gli Spiritualized, i Soundgarden e i Pink Floyd, ma mai quanto i Verdena. Questo perché, evidentemente, anche loro sono vittime di quell’oscura e nebulosa sovrastruttura estetica che continua a contaminare lo spirito giovanile …

Continua a leggere »

U BIT – Tales for Digital Bodies

U BIT è il nome del progetto di synth-rock messo in piedi da Giuseppe Vitale (voce), Claudio Buondonno (basso), Alessandro Messina (chitarra), Matteo Postorino (tastiere) e Paolo Meneghini (batteria). Una band nata tra La Spezia e Reggio Emilia, e con all’attivo già un EP, “Humans Outer Space”, in cui prevalevano tendenze spiccatamente rock. Ma con …

Continua a leggere »

Marunata – Réminisence

Una one-man band misteriosa, angosciata e triste, come è giusto che sia in ambito depressive post-black metal, ma anche sorprendente in fatto di soluzioni espressive e capacità di sintesi di partiture eterodosse. Si odono pianoforti, chitarre-zanzara, voci dall’abisso, batterie bellicose, synth infernali e programming post-metal. E tutti questi strumenti sono nelle mani del solo Manako, …

Continua a leggere »

Hide Vincent – Hide Vincent

“Hide Vincent” è il disco d’esordio di Mario Perna, in arte Hide Vincent, cantautore campano di folk moderno. Per la verità, un esordio c’era già stato in grande stile con una demo autoprodotta, “Imperfection”, qualche anno fa. Si tratta di una storiella che ha animato più di una chiacchierata di chi bazzica nell’ambiente: Hide Vincent …

Continua a leggere »

Buckingum Palace – Macedonia

Circa un mese fa è uscito “Macedonia”, il disco di esordio dei Buckingum Palace, trio pugliese di grandi speranze. Ultimamente arriva un sacco di roba bella dalla Puglia, musicalmente intendo. Personalmente ero già stata favorevolmente stupita da alcune formazioni tipo i Moustache Prawn (da Molfetta)… Stavolta la sorpresa arriva quasi dall’altro capo del tacco: i …

Continua a leggere »

Big Whales – Bubble Blower

I Big Whales sono un trio di Teramo. Nonostante si tratti di un gruppo di amici che suona insieme dal 2014, il loro album di debutto ha visto la luce solo un mese fa, a febbraio 2017. Questo lasso di tempo non deve far pensare a un lavoro svolto lentamente, magari chiusi in sala prova …

Continua a leggere »

Heavy Stone – Black Magic

Nome della band scontatissimo. Nome dell’album, peggio. Sound bloccato nella rigida casella d’intersezione dell’ascissa stoner e della coordinata hard rock. Riferimenti testuali soliti. Dinamiche già sentite, sperimentate e copiate almeno quattordicimila volte. Questo trio israeliano denuncia scarsa fantasia, ma poco conta. L’ennesimo dischetto sul filone stoner/doom/psych noi lo accogliamo sempre con benevolenza e siamo disposti …

Continua a leggere »

Oltre Project 5et – Coloured Shadows

“Coloured Shadows” è il disco perfetto per conoscere l’Oltre Project 5et, il quintetto di Lorenzo Apicella (pianoforte), Francesca Fusco (voce), Luigi Tresca (sax soprano), Stefano Battaglia (contrabasso) e Francesco Merenda (batteria) sotto contratto con la Camilla Records. Pur essendo frutto di un lavoro di ricerca musicale, il disco risulta come un documento di facile ascolto …

Continua a leggere »

Fitzcataldo – ep

I Fitzcataldo sono un power-trio milanese formato da Lorenzo Galbiati (voce e chitarra), Stefano Redaelli (basso e cori) e Claudio Rei (batteria). Alla fine del 2016, hanno pubblicato questo ep senza titolo, che è la loro seconda prova di studio dopo l’esordio “Fitzcataldo & the Trivettes”. L’atmosfera invernale non si rivela come la circostanza ambientale …

Continua a leggere »

Post precedenti «

Continuando la navigazione su questo sito web acconsenti all'utilizzo di cookies. Per maggiori informazioni consulta la Cookie Policy

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

___◄ R___