Archivio Categoria: Album: nuove uscite!

Qui trattiamo le recensioni dei nuovi album: roba fondamentalmente rock, ma potete trovarci pure cose di indie, pop, folk, garage, contemporanea, sperimentale, free, avant, chamber, etno, impro, bossanova, drone, global, psych, soul, northern soul, blues, funk, world, afrobeat, protopunk, frat rock, freakbeat, R&B, punk, post punk, art rock, glam, alternative, electro, house, idm, ebm, progressive, hardcore, post-hc, grind, noise, lo-fi, shoegaze, shitgaze, hypnagogic, surf, D.I.Y., slowcore, bubblegum pop, acid, industial, trance, ambient, soundtrack, library, edm, fusion, raggae, dub, jazz, neue deutsche welle, disco, dubstep, dreampop, songwriting, powerpop, cosmische musik, no wave, math rock, folktronica, darkwave, post rock, cold wave, rockabilly, psychobilly, screamo, horror punk, oi!, grunge, hard rock, new wave, crust, crossover, jazzcore, metal, heavy, black metal, death metal, thrash metal, doom, stoner, AoR, southern rock, hip hop, techno, kraut, minimal, zeuhl, NWOBHM e compagnia bella...

Mastodon – “Emperor Of Sand” (Reprise Records, 2017)

A distanza di tre anni dal precedente “Once More ‘Round The Sun”, arriva il nuovo album dei Mastodon. Il quartetto americano, tanto pirla e goliardico quando si tratta di divertirsi e di sballarsi, mette tutta la sua serietà nella musica, scrivendo un disco che è un concept (come quasi tutti i loro album, ormai) sul …

Continua a leggere »

Anathema – The Optimist (Kscope, 2017)

Per me, un disco in uscita degli Anathema – almeno per quelli dopo gli anni ‘90, diciamo – è sempre un disco da ascoltare assolutamente. Detto questo, alla notizia dell’imminente arrivo del nuovo “The Optimist”, il sottoscritto ha iniziato a essere sempre più impaziente, soprattutto per quanto mi sono piaciuti gli ultimi album di questo …

Continua a leggere »

Cock Sparrer – Forever (Chase the Ace, 2017)

Gli amanti dell’oi! e dello street punk conoscono a memoria la storia dei Cock Sparrer. Probabilmente il nome del gruppo dice qualcosa anche a chi ha dimestichezza con il punk inglese delle origini. Per tutti gli altri sembra doveroso un piccolo riepilogo. Tema: chi sono i Cock Sparrer?. Svolgimento: una band mod R&B di ragazzini …

Continua a leggere »

Marika Hackman – I’m Not Your Man (Sub Pop, 2017)

Nel secondo capitolo del proprio romanzo artistico la giovane Hackman si interroga sulla femminilità. Ma di traverso, cioè raccontando qualcosa di più vago e vario, come la libertà. Svanisce, giocoforza, la categoria d’interpretazione in cui la critica aveva rinchiuso, prematuramente e frettolosamente, la musica della cantautrice inglese. Marika si spoglia degli ultimi indumenti abbinati alla …

Continua a leggere »

Perfume Genius – No Shape (Matador, 2017)

Magari un giorno la produzione di Perfume Genius diventerà un riferimento a sé, come un luogo comune di qualità e ricerca musicale. Nelle recensioni leggeremo cose tipo “questo brano ricorda un po’ la lirica art-pop di Mike Handreas”, oppure “si sente l’influenza dell’audace avant-glam di Perfume Genius”; “una melodia carnale come in Perfume Genius” e …

Continua a leggere »

In Zaire – Visions of the Age to Come (Sound of Cobra, 2017)

Sempre più Hawkwind e più coraggiosi. Sempre più gruppo. Da studio, da live, da trip… Gli In Zaire sono ancora in metamorfosi, cambieranno ancora, ma la forma che hanno assunto con questo nuovo album, tipo piovra, pare assai congeniale al loro fini psichedelici ed espressivi. La loro musica presenta ora tentacoli oscillanti che si allungano, …

Continua a leggere »

Slowdive – s/t (Dead Oceans, 2017)

Quasi tutti i protagonisti della scena shoegaze sono tornati a fare musica, sospinti o costretti dalla riscoperata critica del genere negli anni Dieci del Duemila. Quasi in ogni caso, le band coinvolte sono riuscite a produrre o riprodurre canzoni decenti, album più o meno ispirati e funzionali. Quasi sempre si è rimasti fedeli all’estetica di …

Continua a leggere »

Félicia Atkinson – Hand in Hand (Shelter Press, 2017)

Difficile dire se l’autrice di questo album (soundartist, cantante e sperimentatrice elettronica francese), dopo aver così a lungo vagato per i meadri del suono e dello spazio mentale frammentato e sul burrone scosceso dell’astrazione, abbia preso o perso coscienza di se stessa. Difficile definire se la sua opera abbia più a che fare con il …

Continua a leggere »

Chino Amobi – PARADISO (NON, 2017)

Il primo album lungo del producer Chino Amobi (aka Diamond Black Hearted Boy) serializza e formalizza le conquiste estetiche dell’artista di Richmond già espresse attraverso tantissime ed eterogenee collaborazioni, illuminati remix, soundtrack, singoli situazionisti, l’ep “Anya’s Garden” e fortissimi mixtape (come l’esperimento para-ambient “Airport Music for Black Folk”). Ad Amobi si deve l’esasperazione grottesca del …

Continua a leggere »

The Mountain Goats – Goths (Merge, 2017)

I The Mountain Goats cambiano di nuovo pelle, fanno sparire le chitarre ed evitano le correzioni di pitch e ogni mezzuccio di sistemazione vocale. Mettono basso, rhodes e batteria in primo piano e provano a far dialogare la loro impostazione lo-fi folk con la synth-wave, il jazz e la vecchia disco. C’è l’aiuto di un …

Continua a leggere »

Post precedenti «

Continuando la navigazione su questo sito web acconsenti all'utilizzo di cookies. Per maggiori informazioni consulta la Cookie Policy

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

___◄ R___