Archivio Categoria: Recensioni

Recensioni album musicali di Musicaddiction: nuove uscite, album storici e band emergenti.

Caddywhompus – Odd Hours (Inflanted Records, 2017)

Probabilmente il suono dei Caddywhompus nasce senza alcun istinto provocatorio e senza una precisa prospettiva estetica, eppure riesce a ripercorrere e rivoluzionare tutto l’arco sperimentale del rock alternativo, rappresentando con gesti di giocosa inventiva accostamenti e sintesi originali di immediata presa e affascinante portata creativa. “Odd Hours” è il terzo album del duo di New …

Continua a leggere »

Zu – Jhator (House of Mythology, 2017)

C’è di buono che gli Zu hanno cambiato minimamente forma. E la cosa, su disco, è un sollievo. C’è di male che la gente è sempre andata ai concerti degli Zu per ascoltare roba alla Zu: jazzcore furioso, inceppato e spernacchiante a tutto gas… quindi bisognerà già mettere in conto una certa dose di comune …

Continua a leggere »

Linda May Han Oh – Walk Against Wind (Biopholio, 2017)

Linda Oh è una contrabassista e una compositrice di origine malese, cresciuta in Australia e attualmente cittadina newyorkese. Suona jazz già da molti anni e ha all’attivo parecchie incisioni come turnista e tre dischi come band leader. E questo “Walk Against Wind” è il suo quarto lavoro da protagonista…  Con lei suonano il sassofonista tenore …

Continua a leggere »

YATTA – Spirit Said Yes! (PTP, 2017)

Canti arcani, immagini di nostalgia tracciate con movimenti pigri di note e parole, battiti rovinati, dispersi e convulsi, chitarre rumorose e catene scricchiolanti, frequenze gonfie che crollano su lunghe note di violoncelli tragici, frammenti di melodia soul e drone music. Ricerca di spazio e di tempo, di vuoti e pieni spirituali, di un nuovo luogo …

Continua a leggere »

I magnifici 7 per i 70 anni di Iggy Pop

E oggi, ventuno aprile 2017, Iggy Pop è arrivato ai settanta. A vederlo sorridere in foto, sentirlo cantare e guarlarlo esibirsi dal vivo, sembra impossibile. Eppure sapevamo che James Newell Osterberg Jr., nato a Muskegon nel 1947, un giorno sarebbe diventato anagraficamente vecchio. Grazie al suo talento e alla sua intelligenza, il giovane James Osterberg …

Continua a leggere »

Father John Misty – Pure Comedy (Bella Union, 2017)

Tra i musicisti pop solo John Lydon ha dichiarato (in pubblico) di ammirare Trump. Ma, ovviamente, nessuno lo ha preso sul serio, perché è assai probabile che il vecchio Rotten volesse solo provocare, come suo solito, sapendo che sarebbe stato l’unico o uno dei pochi a uscirsene con una cosa del genere. Tutti gli altri, …

Continua a leggere »

Arca – s/t (XL, 2017)

Dato che il digitale è uno strumento abbastanza potente e vago di espressione e condivisione di contenuti, può anche essere inteso come un vettore di funzionalità già affacciato sul futuro e strutturato sulla possibilità di adeguarsi a ciò che sarà o non sarà. Probabilmente a qualcosa di intrinsecamente ambiguo e spersonalizzante, cioè indipendente dall’uomo. Ma …

Continua a leggere »

Alberto N. A. Turra – Filmworks (Felmay, 2017)

Il nome di  Alberto N.A. Turra si accompagna a una lista abbastanza lunga di titoli (di merito e di maestranza): chitarrista, jazzista, turnista, arrangiatore, compositore, improvvisatore, sonorizzatore, eccetera. Si tratta di un musicista dalla carriera brillante, anche se non propriamente premiata e celebrata, fatta di tanti tour, lavori originali, sperimentazione attraverso i generi, collaborazioni nell’ombra …

Continua a leggere »

Soulwax – From Deewee (PIAS Recordings, 2017)

I fratelli Dewaele sono tornati, stavolta in salsa Soulwax. Non che ci sia mai stato un momento di effettivo silenzio, intendiamoci: tra djset, remix e mashup, i Dewaele hanno continuato a lavorare e diverirsi senza sosta, soprattutto sotto la sigla 2manydjs. I loro fan possono addirittura seguirli quotidianiamente tramite RadioSoulwax, il canale presente sul sito …

Continua a leggere »

Hide Vincent – Hide Vincent

“Hide Vincent” è il disco d’esordio di Mario Perna, in arte Hide Vincent, cantautore campano di folk moderno. Per la verità, un esordio c’era già stato in grande stile con una demo autoprodotta, “Imperfection”, qualche anno fa. Si tratta di una storiella che ha animato più di una chiacchierata di chi bazzica nell’ambiente: Hide Vincent …

Continua a leggere »

Post precedenti «

Continuando la navigazione su questo sito web acconsenti all'utilizzo di cookies. Per maggiori informazioni consulta la Cookie Policy

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

___◄ R___