Archivio Categoria: Music Library

Intervista ad Antonio Mastrogiacomo: per chi suona “Suonerie”

Antonio Mastrogiacomo è un nostro collaboratore, diplomato in sassofono presso il Conservatorio Nicola Sala di Benevento. Ha fatto un disco intelligente, bello e innovativo. Dovremmo far finta di nulla, per salvaguardare il piano deontologico del nostro lavoro? Allontanarcene per allontanare il conflitto d’interesse? Ma quando mai! Ve ne parliamo e vi chiediamo di ascoltarlo, a cuor …

Continua a leggere »

K di The Kolors

Non seguo Amici di Maria De Filippi da quando si chiamava Saranno Famosi. Ricordo bene Dennis Fantina, il cantante triestino che, pur vincendo la prima edizione, è rimasto uno sconosciuto. In quel tempo, era il 2001, il sodalizio col mercato musicale consumatosi poi nel rapporto di coppia col festival di Sanremo (che ha portato l’anno …

Continua a leggere »

Shawn Phillips – Second Contribution (1971)

Una perla nascosta. “Second Contribution” del cantautore americano Shawn Phillips, che vanta legami all’Italia per varie storie personali (nei primissimi anni ‘70 si stabilì a Positano, dopo aver lasciato prima il Texas, poi Londra per una mancata collaborazione con Donovan. Sembra addirittura abbia collaborato con Alan Sorrenti, avendo in comune con lui la passione per …

Continua a leggere »

Oblitera, un anagramma su Liberato

La musica consuma il suo pubblico così velocemente che travolgente deve essere anche la sua comunicazione: solo il ritardo può giustificare la stesura di questo pezzo. Liberato, l’anonimo. Sono usciti solo tre prodotti audio e il pubblico già invoca il primo album. Scrive Roberta: “Ormai la mia vita è un pendolo che oscilla tra T’e …

Continua a leggere »

Intervista a Maiqqu, producer 8 bit

Diciamoci la verità, se qualcuno vi dicesse “Stasera andiamo a vedere uno che suona i Game Boy?” lo prendereste per matto. Invece andateci, e conoscerete Maiqqu. Il palermitano Maiqqu suona elettronica 8 bit, usando dei Game Boy (sì, i giochi Nintendo della nostra infanzia) modificati come samplers. La musica è assurda, riesce a stupire perchè …

Continua a leggere »

Fenomenologia della Mooseca!

Per chi, come me, ha vissuto il quiz musicale e televisivo Sarabanda da settenne, Enrico Papi è un ricordo sbiadito e un po’ imbarazzato di un personaggio occhialuto dalla simpatia sospetta, cioè poco credibile. Uno che si impegnava per sembrare allegro, proprio come fanno certi vecchi zii, che uno poi finge di non conoscere, o quei …

Continua a leggere »

Freudom: come il pop italiano si è liberato dal principio di autorità

Mentre “Occidentali’s Karma” di Francesco Gabbani (vincitore del Festival di Sanremo 2017) sta per toccare quota cento milioni di visualizzazioni su YouTube, l’intellighetia critica musicale italiana si preoccupa di tutt’altro, concentrandosi su storie lontanissime e differenti contesti argomentativi, preferibilmente stranieri (la poetica di Kendrick Lamar, l’intimismo di Father John Misty, il lutto di Mount Eerie…). …

Continua a leggere »

Bello Figo, bello vero

Si è fatto un gran parlare di Bello Figo (graficamente noto come Bello FiGo), giovane t-rapper parmense di origini ghanesi, in quanto fenomeno para-culturale e mediatico di forte presa (più della millechiodi) e come parabola, obiettivo di giudizio e metro di suscettibilità per gli umori di un popolo, quello italiano, sempre a caccia di nuovi …

Continua a leggere »

Tremila canzoni per scrivere: la playlist di Haruki Murakami

Scrivete? Leggete? Eh… Quando vi dedicate a queste attività, probabilmente, ascoltate anche della musica… Di sottofondo, come si dice. E magari fantasticate spesso, leggendo un romanzo, sul tipo di musica che può averlo ispirato o che poteva girare mentre l’autore lo sistemava… Tipo, che musica ascoltava Haruki Murakami quando scriveva Norvegian Wood? Ora lo sappiamo, …

Continua a leggere »

X-Ray Spex – Germ Free Adolescents

Il mito racconta che il punk fu ucciso e sepolto a metà gennaio del 1977, quando i The Clash firmarono un contratto da centomila steriline con la CBS. Eppure tante cose dovevano ancora succedere, almeno a livello ufficiale: per esempio, gli X-Ray Spex non avevano ancora pubblicato il loro primo album. Il disco sarebbe arrivato …

Continua a leggere »

Post precedenti «

Continuando la navigazione su questo sito web acconsenti all'utilizzo di cookies. Per maggiori informazioni consulta la Cookie Policy

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

_<_ _R_