roba nuova su music addiction…

feminine

La ristampa di “Femenine”, capolavoro avant di Julius Eastman

Julius Eastman è stato uno dei più importanti artisti minimali afroamericani della generazione avanguardistica attiva tra gli anni ’70 e ’80. Fu un compositore, un dotato pianista, un ballerino, un cantante e uno sperimentatore sempre attento alle tematiche politici e sociali, tra cui la lotta alle intolleranze e la ricerca di presupposti etici ed esistenziali …

Leggi altro

nevermindmusicaddiction

25 anni fa usciva “Nervermind”

Venticinque anni fa, il 24 settembre 1991, la Geffen pubblicava quello che tanta brava gente considera il miglior album degli anni ’90, il disco simbolo del grunge, dell’alternative-rock e della generazione X. Il più vero, il più falso, il più disperato, il più frainteso, il più profondo, il più sopravvalutato, il più debosciato, il più …

Leggi altro

wolves

Wolves at the Gate, “Flickering Flame”

I Wolves at the Gate, post-harcore band dell’Ohio, hanno condiviso il primo singolo dal loro nuovo album. Il pezzo si chiama “Flickering Flame“, il disco, che esce a novembre su Solid State Records, si chiama invece “Types & Shadows”. Buon ascolto.  

Leggi altro

softhair

Immondopop: Soft Hair, ovvero il meglio del peggio degli anni ’80

Due giovani artisti traviati dagli anni ’80 più decadenti, che cercano un senso di appartenenza in un mondo contemporaneo che intuisce fondamento e bellezza solo nella somma superficialità… Il progetto Soft Hair di Conan Mockasin (musicista psych-pop neozelandese) e Sam Dust (producer e songwriter indietronico come Late of the Pier e LA Priest) non poteva …

Leggi altro

el

I lost tapes di El’Blaszczyk e sorellina

Immaginate un garage-rock da outsider lo-fi con velleità avanguardistiche, concepito come musica sperimentale, ma suonato interamente da strumentisti improvvisati che provano a imitare il rock and roll di Elvis. Roba disordinata, inquietante e imprevedibile. Il resposabile è El’Blaszczyk, un tizio francese, per alcuni un genio, per altri un malato mentale, che negli anni ’90 registrò …

Leggi altro

psychic2

Psychic TV, “Alienist”

La Angry Love Productions pubblica in questi giorni “Alienist“, il nuovo atteso album dei Psychic TV. A quanto pare, un disco prodotto e pensato da Edley O’Dowd come una reinterpretazione della storia del rock, dagli anni ’50 alla psichedelia, dal prog-rock al metal… Un tributo avant-situazionista alle passioni musicali della band più assurda in attività. …

Leggi altro

bobbyrush

Bobby Rush, “Porcupine Meat”

Bobby Rush, storico cantautore blues della Louisiana, conosciuto per la sua curiosità musicale e per i suoi tentativi di interpretazione degli stilemi funk, disco e rap, è uscito con un nuovo disco intitolato “Porcupine Meat“. Qui sotto potete vedere il video ufficiale della titletrack. Non male.

Leggi altro

dopethrone

Tre date dei Dopethrone in Italia a ottobre

I canadesi Dopethrone, band simbolo dello sludge più tossico e violento, suoneranno in Italia a ottobre. Tre le tappe: il quattordici al Lo-Fi di Milano, il quindici al Circolo La Mesa di Montecchio Maggiore (VI), il sedici al Wave Club di Misano Adriatico. Se vi occorre uno stimolo o un riferimento utile guardatevi il video …

Leggi altro

outsiders

The Outsiders – The Outsiders (1967)

A un certo punto degli anni ’60, tra Amsterdam e Scheveningen, locali e sale da concerto cominciarono a ingaggiare band che cantavano in olandese o che cercavano di allontanarsi dal limitante modello esterofilo offerto da The Beatles, The Rolling Stones o The Beach Boys. Erano gli anni del Nederbeat, ossia di una forma più o …

Leggi altro

spiritwas

LVL UP, “Spirit Was”

I LVL UP, freschi del nuovo contratto discografico con la Sub Pop, condividono il brano “Spirit Was”, un rock fumoso e romantico, con una slide guitar affascinante e una melodia dolce e nostalgica che sa tanto di Smashing Pumpkins. Il loro album “Return to Love” esce il ventisei settembre.  

Leggi altro

katla

Katla, illusioni folk-doom dalla Svezia

Gli svedesi Katla sono un’interessante band che suona hard rock psichedelico mescolato a folk scandinavo, doom, space rock e krautrock. Il loro primo album “Embryo” uscirà il trenta settembre su Svart Records. A noi ha colpito l’anticipazione “Illusion” che vi riproponiamo qui sotto…

Leggi altro

againstme!

Against Me!, “333”

“Shape Shift with Me” è il titolo del album per gli Against Me! di Laura Jane Grace. Punk sudista da outsider, concettualmente rivolto alla rivoluzione esistenziale che ha toccato la cantante (che nel 2012 si è sottoposta a un’operazione per cambiare sesso). Questo è il singolo “333“.

Leggi altro

spiritual

Undici ore di spiritual jazz per calmarvi un po’

NTS Radio ha condiviso un bellissimo mix dedicato allo spiritual jazz. Quattro parti, per undici ore di musica di alta qualità creativa e mistica, con roba di John Coltrane, Alice Coltrane, Dave Lee Jr., Ornette Coleman, Sun Ra, Don Cherry, Pharoah Sanders, Airto e tanti altri, fino agli ultimi interpreti contemporanei del verbo spiritual… Chiudete …

Leggi altro

mia

M.I.A. porta la sua lotta anti razzismo nella tv francese

M.I.A. ha suonato il suo brano “Borders” e parlato di integrazione, accoglienza e tolleranza a Le Grand Journal, programma della televisione francese. Non è stata troppo antipatica né troppo accomodante. Durante lo show ha anche accolto fan richiamati nei giorni precedenti via Twitter per manifestare la loro avversione alle politiche francese di respingimento dei migranti. …

Leggi altro

DPI

D/P/I: la composizione elettronica spuria che inventa la purezza

Alex Gray aka D/P/I è un artista visuale e un producer americano, già coinvolto musicalmente con i Deep Magicand, i Sun Araw Trios e i Duos and Quartets. In “Composer” s’inventa (o reinventa) una nuova forma di elettronica fisica, istintiva e spezzata… Beat e onde sonore basiche, contrapposte a parti analogiche che imitano frequenze digitali. …

Leggi altro

don

Addio a Don Buchla, inventore del synth Buchla

L’altro ieri è scomparso Donald Buchla, musicologo e ingegnere californiano che nel 1966 produsse il suo synth modulare, il Buchla (serie 100), formalmente commercializzato dopo il Moog, ma disegnato e progettato molto prima che Robert Moog iniziasse a lavorare sul suo gioiello. Il californiano continuò a progettare e vendere synth, sempre più aggiornati e potenti, …

Leggi altro

Continuando la navigazione su questo sito web acconsenti all'utilizzo di cookies. Per maggiori informazioni consulta la Cookie Policy

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

___◄ R___